globe Menu Cerchi su
Caso di studio

Il sistema di lubrificazione degli involucri delle salsicce consente di realizzare le ambizioni di sostenibilità e si ripaga in meno di 3 mesi


26

Lug 19



Un produttore leader di budelli per l'industria della carne usa un olio speciale per la lubrificazione del budello della salsiccia. Questo processo di lubrificazione viene eseguito in una macchina che piega il budello espanso in un tubo compatto adatto al trasporto e all'uso successivo. Il processo di piegatura muove il materiale ad una velocità molto alta e variabile. Durante questo processo l'involucro viene lubrificato uniformemente con una quantità molto precisa di olio in una camera chiusa della macchina.

Per applicare l'olio, il produttore utilizzava ugelli atomizzatori ad aria difficili da controllare. Questi causavano molte piccole gocce d'olio che volavano fuori dalla camera di lubrificazione. Questo spreco, l'overspray e la nebulizzazione portavano a grossi problemi di manutenzione. Inoltre, la mancanza di controllo causava una copertura non uniforme e, in definitiva, una cattiva qualità del prodotto.

L'obiettivo primario per il produttore di budelli era trovare un sistema di lubrificazione per budelli da salsiccia che potesse risolvere i loro problemi e applicare ancora abbastanza lubrificante senza causare striature.

Sistema di lubrificazione del budello per salsicce AutoJet

Per risolvere i problemi, il nostro esperto locale di spruzzatura ha proposto di installare 4 ugelli PulsaJet® in modo uniforme intorno alla camera di lubrificazione della macchina. Ogni ugello è puntato al centro della camera e applica con precisione l'olio sul budello. Il controllo accurato degli ugelli è assicurato dal controller AutoJet® 2008+ che è in grado di effettuare un controllo di precisione dello spruzzo.

Per testare il sistema di lubrificazione dell'involucro della salsiccia, gli ingegneri della Spraying Systems hanno eseguito ripetute prove di produzione utilizzando prima i valori calcolati. In una seconda fase hanno calibrato il sistema utilizzando il feedback del laboratorio dello stabilimento. Questo feedback è stato raccolto misurando la distribuzione e la quantità spruzzata su set predefiniti di budello dopo ogni prova.

Risultato

Il cliente è rimasto impressionato dai risultati e ha ordinato 9 sistemi da montare su tutte le sue macchine. Tutti i problemi di spreco, overspray e nebulizzazione sono stati risolti, mentre i budelli sono stati lubrificati con maggiore precisione. Questa ottimizzazione del processo ha portato a una maggiore qualità del prodotto finale.

Il nuovo sistema AutoJet® installato si è ripagato in meno di 3 mesi grazie al profondo effetto che ha avuto sui costi di produzione. Spruzzando in modo accurato ed economico, il consumo di olio è stato ridotto di oltre 80 tonnellate all'anno. Inoltre, le macchine non hanno più bisogno di essere dotate di sistemi di scarico. Questo si traduce in un ulteriore risparmio di 18kW. Questo aiuta anche a ridurre l'impronta di carbonio del cliente - un importante obiettivo di sostenibilità della direzione.